Location, BZ 39100, Italy

Pour un oui ou pour un non, di Natalie Sarraute – 31.03.2022

Pour un oui ou pour un non, di Natalie Sarraute – 31.03.2022


LINK DOWNLOAD IMMAGINI + INTERVISTE

 

Imm “Pour un oui ou Pour un non” – Teatro Stabile di Bolzano-.mp4

https://we.tl/t-IYhKO3cYO4

 

Intv Franco Branciaroli 1 2 3 4 5 6 IT.mp3

Video: https://we.tl/t-Pnrdz60Fkf

Audio: https://we.tl/t-K9LWbm6O4F

 

Intv Umberto Orsini 1 2 3 4 IT.mp3

Video: https://we.tl/t-j5Y365FhbM

Audio: https://we.tl/t-1X5yFmRMiv

 



DA OGGI, GIOVEDÍ 31 MARZO AL 3 APRILE, UMBERTO ORSINI E FRANCO BRANCIAROLI DANNO VITA A UN GIOCO AL MASSACRO TRA DUE AMICI DI
VECCHIA DATA NELLA COMMEDIA
Pour
un oui ou pour un non” DI NATALIE SARRAUTE

 


Lo spettacolo diretto da Pier Luigi Pizzi, maestro della regia, fa tappa al Comunale di Bolzano dal 31 marzo al 3 aprile.

 

Come possono le parole “non dette” o le intonazioni ambigue provocare malintesi e guastare definitivamente l’amicizia di due vecchi amici? La commedia “Pour
un oui ou pour un non”
di Nathalie Sarraute
che viene portata in scena da due colossi del teatro italiano come Umberto Orsini e Franco Branciaroli ha fatto tappa ieri, mercoledì 30 marzo
al Forum di Bressanone e giunge da oggi 31 marzo al 3 aprile al Comunale di Bolzano (giovedì 31/3 e sabato 2/04 alle 20.30, venerdì alle 19.00 e domenica 3 alle 16.00) nell’ambito della stagione dello Stabile. Il testo

mette al centro della scena la forza delle parole in una ragnatela di incomparabile abilità. Sarraute
(1900- 1999) è
una delle più importanti scrittrici francesi della seconda metà del Novecento che ha occupato un posto importante nell’alchimia tra teatro dell’assurdo e teatro
del quotidiano.
Pour un oui ou pour un non
è un testo sospeso tra leggerezza e abisso, scritto dall’autrice a 82 anni. Questa versione italiana prodotta da
Compagnia Orsini e Teatro de Gli Incamminati in collaborazione con Centro Teatrale Bresciano,
è interpretata
da due attori straordinari che si ritrovano dopo tanti anni e diversi spettacoli in cui sono stati egualmente “antagonisti” come nell’Otello nel 1995. Branciaroli
e Orsini sono diretti da un maestro della regia come Pier Luigi Pizzi, che ne ha curato la traduzione italiana, le scene e i costumi: tre colonne del teatro impegnate in uno spettacolo che

riflette un bilancio di un’amicizia tra due uomini che si fa ancora più serrato e incalcolabile al tempo stesso, con l’avanzare degli anni e con l’inevitabile confronto
con la morte che si avvicina.

Due amici si ritrovano dopo un non motivato distacco e si interrogano sulle ragioni della loro separazione; ben presto scoprono che sono stati i silenzi tra le parole dette
e soprattutto le ambiguità delle “intonazioni” a deformare la loro comunicazione aprendola a significati multipli e variati. Ogni “intonazione” può essere variamente interpretata dalla disposizione d’animo di chi l’ascolta. Questo è il tema centrale di “Pour
un oui ou pour un non” titolo che si può semplicemente tradurre con “Per un sì o per un no” ma che in realtà significa molto di più e che nella nostra lingua ha solo un’apparente valenza speculare. “Per un sì o per un no” è quel nulla che può cambiare tutto,
quel nonnulla che provoca lacerazioni profonde, ferite insanabili. La prosa della Sarraute, nella sua complessità, è un banco di prova per due manipolatori della parola quali Branciaroli e Orsini che si ritrovano sulla scena per dare vita con la loro abilità
al terribile gioco al massacro che la commedia prevede.

I biglietti per lo spettacolo sono in vendita presso le Casse del Teatro Comunale (mart-ven 11-14 e 17-19 e sab 11-14) e i giorni di spettacolo a partire
da un’ora prima della rappresentazione. On-line sul sito teatro-bolzano.it e sulla App Teatro Stabile di Bolzano (iOs e Android).

 


Barbara Gambino

Ufficio Stampa

Teatro Stabile di Bolzano

T 0471 301566

Mob. 3406492842

b.gambino@teatro-bolzano.it

 

Instagram teatrostabilebolzano

Facebook Teatro
Stabile Bolzano

Twitter teatrotsb

You Tube teatrostabilebolzano